Sei in:

Carlo Scarpa

Si diplomò presso l'Accademia di Belle Arti di Venezia nel 1926, e subito dopo iniziò a lavorare presso MVM Cappellin dove sostituì Vittorio Zecchin in qualità di direttore artistico. Egli inizialmente creò pezzi di vetro soffiato trasparente dalle forme essenziali, in particolare forme coniche. In seguito progettò pezzi in pasta vitrea colorata nel campo dell'illuminazione, o pezzi decorati con festoni (vetro fenicio). Nel 1930 presentò a Monza la raffinata collezione di Lattimi con foglia oro o argento insieme alle Canne Verticali e opere in vetro Millefiori. Nel 1932 la MVM Cappellin chiuse per bancarotta, e nel 1934 divenne direttore artistico della Venini fino al 1947. Durante questi anni sperimentò e innovò molte tecniche di lavorazione tradizionali, con la quale egli creò pezzi meravigliosi come la Mezza Filigrana, vetri Sommersi, Corrosi e Battuti, le famose murrine multicolore con finiture realizzate tramite la tecnica dei Battuti. Dopo il periodo bellico, Carlo Scarpa tornò quasi esclusivamente al suo lavoro di architetto e insegnante. Nel 1978 ricevette una laurea honoris causa in architettura presso l'Istituto Universitario di Architettura di Venezia ma non poté partecipare alla cerimonia di consegna in quanto il 28 novembre morì in Giappone a causa di un incidente

Articoli creati da: Carlo Scarpa